O-RING IN FVMQ

FVMQ-O-RINGS

L’O-Ring è il modello di guarnizione più comunemente utilizzato in tutto il mondo. Questi articoli sono anelli con sezione trasversale circolare, caratterizzati da due dimensioni principali: spessore e diametro interno. Essi sono regolamentati dalla Norma internazionale ISO 3601: questa stabilisce i parametri dimensionali standard e le relative tolleranze di tale tipologia di articolo; da questo standard, è inoltre possibile estrapolare le tolleranze per gli O-Ring con dimensioni non convenzionali. Possiedono un elevato grado di finitura e possono fornire una tenuta radiale ed assiale. Gli O-Ring hanno più di 100 anni: infatti, sono stati brevettati nel 1882 da Thomas Alva Edison, come guarnizione per il gas all’interno di un progetto di un rubinetto. Altri brevetti per l’utilizzo di questi articoli sono stati concessi nel 1930 in Nord America, ma fu solo negli anni successivi, con la scoperta della gomma sintetica, che gli O-Ring iniziarono la scalata al loro successo. I fluorosiliconi si comportano come liquidi altamente viscosi: la pressione esercitata su di essi viene propagata nella stessa misura in tutte le direzioni (Legge dell’Idrostatica, Blaise Pascal). Le forze assiali e radiali generate dall’alloggiamento della guarnizione sono rafforzate dalla pressione del fluido da contenere. La forza di tenuta creata in questo modo si incrementa man mano, che la pressione del fluido aumenta. Unitamente alle loro eccellenti capacità di tenuta, gli O-Ring sono semplici da produrre, facili da montare (manualmente e automaticamente) e non richiedono molta manutenzione o grandi alloggiamenti. Sulla base del tipo di alloggiamento, un altro aspetto saliente è la durezza: più questo valore risulta basso, più gli O-Ring si adattano facilmente alla struttura delle superfici di contatto. Al contrario, più la pressione del fluido aumenta, tanto più è necessario disporre di un alloggiamento liscio e utilizzare una mescola con un maggiore grado di durezza. Le durezze più comuni vanno da 60 a 90 IRHD, ma quella standard è 70; inoltre, in riferimento alle applicazioni dinamiche, l’O-Ring più utilizzato possiede un livello di durezza di 75 IRHD. Le guarnizioni in FVMQ possono essere utilizzate nelle più diverse applicazioni, tra le quali è possibile menzionare il lavoro in condizioni di basse temperature, in particolare a contatto con l’ozono, ma essi presentano comunque una buona resistenza agli oli e alle deformazioni permanenti, causate dalle forze meccaniche.